λέγει που Ήράκλειτος ότι πάντα χωρει καί ούδέν μένει καί ποταμου ροηι απεικάζων τά όντα λέγει ώς δίς ές τόν αύτόν ποταμόν ούκ άν έμβαίης

Eraclito dice in qualche luogo che tutto scorre via e che niente rimane immobile, e paragonando le cose alla corrente di un fiume afferma che non potresti entrare due volte nello stesso fiume.

(Platone, Cratyl, 402a)

PANTAREI

Se sottoponiamo alla considerazione del nostro pensiero la natura o la storia umana o la nostra specifica attività spirituale, ci si offre anzitutto il quadro di un infinito intreccio di nessi, di azioni reciproche, in cui nulla rimane quel che era, dove era e come era, ma tutto si muove, si cambia, nasce e muore.

Questa visione primitiva, ingenua, ma sostanzialmente giusta del mondo è quella dell'antica filosofia greca e fu espressa chiaramente per la prima volta da Eraclito:
tutto è ed anche non è, perché tutto scorre, è in continuo cambiamento, in continuo nascere e morire.

(Engels, Anti-Dühring)

Stampa
Print
Antologia (a cura di Mauro Parri)
Volontariato anarchico e socialista ai tempi del colera


Nell’estate del 1884 il colera iniziò a diffondersi in Italia, colpendo con particolare virulenza Napoli. Le famiglie separate dell’internazionalismo italiano risposero all’appello del proletariato napoletano e gli vennero in soccorso.
Un’esperienza importante, quella dei volontari internazionalisti anarchici e socialisti. Un impegno con motivazioni opposte alle ideologie consolatorie e di rassegnazione sociale, che nella versione laica o religiosa illudono sulle reali possibilità di eliminare le cause di quelle sofferenze. Il “curare le ferite” diveniva perciò una attività solidale in parallelo e non in sostituzione della lunga lotta per una società senza Stato e senza classi.
Malatesta e quel gruppo rifiutarono l’attestazione ufficiale di benemerenza rilasciata dalle autorità. In fondo erano le stesse autorità che, qualche mese dopo, con l’accusa di cospirazione contro lo Stato, condanneranno lui e gli altri a parecchi anni di galera; erano gli stessi apparati dello Stato responsabili di quella catastrofica “condizione sociale”. Da qui il manifesto redatto a conclusione di quella esperienza secondo cui «la vera causa del colera è la miseria, l’unico rimedio la rivoluzione sociale».


 
Vedi il sommario    Contents
 

ISBN 978-88-86591-52-2
€ 10,00

2022
176 pagine; brossura; repertorio biografico; indice dei nomi

 
Torna
Back

Edizioni PANTAREI s.r.l. e-mail:
© 2008 - 2022 Edizioni Pantarei srl


Sede legale: Via per Crescenzago n. 188 - 20099 Sesto San Giovanni - Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 11008550151
REA MI-1427004
Cap. Soc. € 25.819 i.v.


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).