λέγει που Ήράκλειτος ότι πάντα χωρει καί ούδέν μένει καί ποταμου ροηι απεικάζων τά όντα λέγει ώς δίς ές τόν αύτόν ποταμόν ούκ άν έμβαίης

Eraclito dice in qualche luogo che tutto scorre via e che niente rimane immobile, e paragonando le cose alla corrente di un fiume afferma che non potresti entrare due volte nello stesso fiume.

(Platone, Cratyl, 402a)

PANTAREI

Se sottoponiamo alla considerazione del nostro pensiero la natura o la storia umana o la nostra specifica attività spirituale, ci si offre anzitutto il quadro di un infinito intreccio di nessi, di azioni reciproche, in cui nulla rimane quel che era, dove era e come era, ma tutto si muove, si cambia, nasce e muore.

Questa visione primitiva, ingenua, ma sostanzialmente giusta del mondo è quella dell'antica filosofia greca e fu espressa chiaramente per la prima volta da Eraclito:
tutto è ed anche non è, perché tutto scorre, è in continuo cambiamento, in continuo nascere e morire.

(Engels, Anti-Dühring)

Stampa
Print
Michel Vovelle
Battaglie per la Rivoluzione francese

Battles for the French Revolution

La Rivoluzione francese e la teoria comunista sono strettamente legate da almeno due profonde ragioni. In primo luogo, è in quel grande evento storico che affondano le radici del “socialismo francese”. Insieme all’“economia inglese” e alla “filosofia classica tedesca” esso costituisce, secondo la felice definizione di Lenin, una delle «tre fonti e tre parti integranti del marxis

mo». È nel corso della Rivoluzione francese che Gracco Babeuf organizza la sua «congiura degli Eguali», primo tentativo genuinamente proletario di prendere il potere. È sempre in quella cesura storica che prende vigore e si tempra l’idea che «libertà, uguaglianza e fraternità» siano parole vuote finché esiste una classe sottoposta allo sfruttamento economico. Su questo concetto si sviluppano le varie scuole di socialismo utopistico cui Marx ed Engels daranno poi il fondamento scientifico. In secondo luogo, lo svolgimento della più grande rivoluzione borghese è stato per lungo tempo l’unico riferimento su cui Marx ed Engels potevano impostare e verificare le proprie ipotesi di strategia per la rivoluzione proletaria, e perciò entrambi la studiarono a fondo.
Michel Vovelle è, tra gli studiosi contemporanei della Rivoluzione francese, una delle voci più appassionate ed autorevoli.
Queste le due motivazioni che hanno portato alla pubblicazione di quest’opera.


The French Revolution and the Communist doctrine are closely linked for at least two substantial reasons. First, “French Socialism” was deeply rooted in the former great historical event. With “English political economy” and “German philosophy”, it was – in Lenin’s well-chosen words – one of the «three sources and component parts of Marxism». During the French Revolution Gracchus Babeuf organised the «Conspiracy of the Equals», the earliest truly proletarian attempt to seize power. In the period of such historical turning point an idea was established and grew stronger – that «freedom, equality and fraternity» were but empty words until one class was subject to economic exploitation. Different schools of utopian Socialism developed on this idea, but it was only with Marx and Engels that it received its scientific foundations. Secondly, the course of the greatest bourgeois revolution was for some time the only reference frame within which Marx and Engels could develop and validate their strategic assumptions for the proletarian revolution and, consequently, both of them carefully scrutinised it. These are the two main reasons which led to the publication of this book by Michel Vovelle, one of the most passionate and authoritative contemporary scholars of the French Revolution.

 
Vedi il sommario    Contents
 

2014; 476 pagine, rilegato
Cronologia della Rivoluzione francese; indice dei nomi


2014, hardcover, 476 pp., chronology of the French Revolution, index of names

ISBN 978-88-86591-34-8
€ 20,00

 
Torna
Back

Edizioni PANTAREI s.r.l. Casella Postale 10688 MI-Isola - 20110 Milano; e-mail:
© 2008 - 2018 Edizioni Pantarei srl


Sede legale: Via Enrico Toti, 2 - 20123 Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 11008550151
REA MI-1427004
Cap. Soc. € 25.819 i.v.


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).