λέγει που Ήράκλειτος ότι πάντα χωρει καί ούδέν μένει καί ποταμου ροηι απεικάζων τά όντα λέγει ώς δίς ές τόν αύτόν ποταμόν ούκ άν έμβαίης

Eraclito dice in qualche luogo che tutto scorre via e che niente rimane immobile, e paragonando le cose alla corrente di un fiume afferma che non potresti entrare due volte nello stesso fiume.

(Platone, Cratyl, 402a)

PANTAREI

Se sottoponiamo alla considerazione del nostro pensiero la natura o la storia umana o la nostra specifica attività spirituale, ci si offre anzitutto il quadro di un infinito intreccio di nessi, di azioni reciproche, in cui nulla rimane quel che era, dove era e come era, ma tutto si muove, si cambia, nasce e muore.

Questa visione primitiva, ingenua, ma sostanzialmente giusta del mondo è quella dell'antica filosofia greca e fu espressa chiaramente per la prima volta da Eraclito:
tutto è ed anche non è, perché tutto scorre, è in continuo cambiamento, in continuo nascere e morire.

(Engels, Anti-Dühring)

Stampa
Print
Giorgio Doria
Investimenti e sviluppo economico a Genova alla vigilia della Prima Guerra Mondiale

Investments and Economic Development in Genoa before the First World War

Nella sua storia quasi millenaria Genova si presenta, secondo Fernand Braudel, come un «sismografo ultrasensibile che registra ogni vibrazione del vasto mondo».
In quest’opera – pubblicata in prima edizione nel 1969-73 – Giorgio Doria affronta, con notevole ampiezza e profondità d’analisi, le tappe dello sviluppo capitalistico genovese lungo tutto il corso dell’Ottocento sino alla vigilia della Prima Guerra Mondiale.
Nel ricostruire le vicende dei gruppi, delle famiglie e delle frazioni a livello locale emerge nettamente, scrive Giorgio Doria, il carattere di una «borghesia genovese» segnata dal «costante sforzo di servirsi dello Stato e dei pubblici poteri come usbergo», dai suoi «eterni ondeggiamenti tra un liberismo, più verbale che sostanziale, ed un’ansiosa ricerca di solidi ripari protezionistici».
Ne risultano un terreno d’indagine e un metodo di studio esemplari, un materiale tanto prezioso quanto attuale per affrontare molti dei nodi e degli interrogativi ancor oggi cruciali in uno dei gangli vitali del trasporto e, più in generale, del cuore industriale del Vecchio Continente, impegnato nella corsa a perfezionare la sua condizione di Europa-potenza.


In its millenary history Genoa appears, according to Fernand Braudel, as “an ultra-sensitive seismograph, whose needle quivered whenever there were stirrings in the rest of the world”. In this work – first published in 1969-73 – Giorgio Doria discussed with considerable breadth and depth of analysis the stages of capitalist development in Genoa in the 19th century up to the First World War. In outlining the vicissitudes of the local groups, families and sections, the character of the “Genoese bourgeoisie” clearly emerges, wrote Doria, in “its constant effort to use the State and public powers as a shield”, in “its perennial wavering between a more verbal than substantial liberalism and an anxious search for solid protectionist shelter”. The resulting research field and method are exemplary, based on a rich documentation which is also of present-day relevance in front of the many questions still crucial in a vital site of transport and, more generally, of the industrial heart of the Old Continent engaged in the race for perfecting its condition of Europe as a power.

 
Vedi il sommario    Contents
 

prima edizione 1969, seconda edizione 2008; 1238 pagine, rilegato, illustrato
indice delle società e degli operatori


Vol. 1, 1815-1882 – Vol. 2, 1883-1914
2008, 2nd facsimile ed., hardcover, 1238 pp., index of firms and agents
Published with the support of the Institute for the Study of Capitalism, Genoa

ISBN 978-88-86591-20-1
€ 60,00

 
Torna
Back

Edizioni PANTAREI s.r.l. Casella Postale 10688 MI-Isola - 20110 Milano; e-mail:
© 2008 - 2018 Edizioni Pantarei srl


Sede legale: Via Enrico Toti, 2 - 20123 Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 11008550151
REA MI-1427004
Cap. Soc. € 25.819 i.v.


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).