λέγει που Ήράκλειτος ότι πάντα χωρει καί ούδέν μένει καί ποταμου ροηι απεικάζων τά όντα λέγει ώς δίς ές τόν αύτόν ποταμόν ούκ άν έμβαίης

Eraclito dice in qualche luogo che tutto scorre via e che niente rimane immobile, e paragonando le cose alla corrente di un fiume afferma che non potresti entrare due volte nello stesso fiume.

(Platone, Cratyl, 402a)

PANTAREI

Se sottoponiamo alla considerazione del nostro pensiero la natura o la storia umana o la nostra specifica attività spirituale, ci si offre anzitutto il quadro di un infinito intreccio di nessi, di azioni reciproche, in cui nulla rimane quel che era, dove era e come era, ma tutto si muove, si cambia, nasce e muore.

Questa visione primitiva, ingenua, ma sostanzialmente giusta del mondo è quella dell'antica filosofia greca e fu espressa chiaramente per la prima volta da Eraclito:
tutto è ed anche non è, perché tutto scorre, è in continuo cambiamento, in continuo nascere e morire.

(Engels, Anti-Dühring)

Stampa
Print
Paul Frölich
Guerra e politica in Germania. 1914-1918

War and Politics in Germany. 1914-1918

Il primo conflitto mondiale si abbatté come un uragano sulle classi sfruttate, anche perché in pochi giorni l’edificio politico che i lavoratori avevano costruito, l’Internazionale Socialista, si dissolse come neve al sole. I partiti socialisti si schierarono con le rispettive borghesie, arrivando a teorizzare che l’Internazionale doveva essere considerata strumento per i periodi di pace e andava «sospesa» nei periodi bellici. Come poté accadere? Quali le premesse, quale la dinamica?
Su un tema di questo spessore il contributo di Paul Frölich è notevole. L’autore ci fornisce un’impietosa e documentata cronaca politica di quegli avvenimenti: dalla genesi della guerra al «trionfo della follia» innescato a Sarajevo il 28 giugno 1914; dalle posizioni internazionaliste e antimilitariste della Seconda Internazionale, alla «socialdemocrazia imperiale», alla pace sociale imposta mediante i sindacati, alla sospensione delle leggi a tutela del lavoro; dalle lotte di classe che comunque si svilupparono, all’azione dei radicali di sinistra e del gruppo Spartakus.
Un’esperienza densa di insegnamenti per l’odierna epoca di nuove crescenti contese tra vecchie e nuove potenze imperialistiche di stazza continentale.


Translated from German, 10 Jahre Krieg und Bürgerkrieg. I. Der Krieg

The First World War hit the exploited classes like a hurricane, also because the political structure the workers had built – the Socialist International – dissolved like snow in the sun in a few days. The Socialist parties sided with their own bourgeoisies and even stated that the International had to be considered as an instrument for periods of peace and was to be “suspended” during wartime. How could that happen? What were the premises, what were the dynamics? On such an important subject Paul Frölich’s contribution is considerable. He provided a relentless and documented political account of those events – from the origins of the war to the “triumph of folly” triggered off in Sarajevo on the 28 June, 1914; from the internationalist and antimilitarist stances of the Second International to “imperial Social-democracy”, to the social peace imposed through the unions, and the suspension of the laws protecting the workers; from the development in class struggles to the action of the left-wing radicals and the Spartakus group. An experience rich in teachings for our modern times of new growing contests between old and new imperial powers of continental size.

 
Vedi il sommario    Contents
 

Prima edizione 1995, seconda edizione 2009, 348 pagine, rilegato, illustrato;
documenti in appendice; cronologia 1870-1920; indice dei nomi e profili biografici


2009, 2nd edition, hardcover, 348 pp., chronological tables, biographies, index of names

ISBN 978-88-86591-23-2
€ 15,00

 
Torna
Back

Edizioni PANTAREI s.r.l. Casella Postale 10688 MI-Isola - 20110 Milano; e-mail:
© 2008 - 2018 Edizioni Pantarei srl


Sede legale: Via Enrico Toti, 2 - 20123 Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 11008550151
REA MI-1427004
Cap. Soc. € 25.819 i.v.


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).