λέγει που Ήράκλειτος ότι πάντα χωρει καί ούδέν μένει καί ποταμου ροηι απεικάζων τά όντα λέγει ώς δίς ές τόν αύτόν ποταμόν ούκ άν έμβαίης

Eraclito dice in qualche luogo che tutto scorre via e che niente rimane immobile, e paragonando le cose alla corrente di un fiume afferma che non potresti entrare due volte nello stesso fiume.

(Platone, Cratyl, 402a)

PANTAREI

Se sottoponiamo alla considerazione del nostro pensiero la natura o la storia umana o la nostra specifica attività spirituale, ci si offre anzitutto il quadro di un infinito intreccio di nessi, di azioni reciproche, in cui nulla rimane quel che era, dove era e come era, ma tutto si muove, si cambia, nasce e muore.

Questa visione primitiva, ingenua, ma sostanzialmente giusta del mondo è quella dell'antica filosofia greca e fu espressa chiaramente per la prima volta da Eraclito:
tutto è ed anche non è, perché tutto scorre, è in continuo cambiamento, in continuo nascere e morire.

(Engels, Anti-Dühring)

Stampa
Print
Emilio Gianni
Diffusione, popolarizzazione e volgarizzazione del marxismo in Italia
Scritti di Marx ed Engels pubblicati in italiano dal 1848 al 1926
The Dissemination, Popularisation and Vulgarisation of Marxism in Italy
Works by Marx and Engels published in Italy. 1848-1926

Quasi sessanta editori e più di centotrenta fra giornali e riviste; oltre centocinquanta tipografie e più di duecento personaggi sono il computo di quanto e di quanti in Italia hanno concorso, sul filo di quasi quattro generazioni, a rendere noti al pubblico italiano gli scritti dei fondatori del comunismo scientifico. Le opere di Marx ed Engels sono circolate in Italia grazie a questa schiera di editori, pubblicisti, traduttori, divulgatori.
È una storia appassionante che ancora continua ai nostri giorni. Qui è ricostruita dal suo debutto nel 1848 sino al 1926; sino al tentativo di soffocarla o stravolgerla, operato da fascismo e stalinismo. Notevole fu, soprattutto agli inizi del Novecento, la diffusione degli scritti di Marx ed Engels. A ciò non corrispose però una altrettanto efficace assimilazione del marxismo, che subì pertanto una diffusa volgarizzazione. Solo con Antonio Labriola e durante la breve esperienza del Partito Comunista d’Italia si assistette anche ad una proficua popolarizzazione del pensiero di Marx ed Engels. Troppo poco perché questo potesse tradursi in una scuola marxista, politica e militante, in grado di vivere, resistere e prosperare nel lungo e travagliato corso di tutta la formazione economico-sociale capitalistica.
Una testimonianza che può essere sprone, però, al tanto che ancora rimane per colmare il ritardo che su questo terreno perdura.


Almost sixty publishers and more than one hundred and thirty newspapers and journals, more than one hundred and fifty print shops and two hundred people – these have been the people and resources involved in the dissemination of the writings of the founders of scientific Communism in Italy over nearly four generations. Marx’s and Engels’ works have circulated in Italy thanks to that group of publishers, publicists, translators and promulgators. It was an exciting story, which is still continuing today. The book describes its early stages between 1848 and 1926 up to the Stalinist and fascist attempts to suffocate or distort it. Especially at the beginning of the Twentieth Century the diffusion of Marx’s and Engels’ writings was considerable. However, this was not corresponded with an equally effective assimilation of Marxism, which thus underwent a widespread vulgarisation. A fruitful popularisation of Marx’s and Engels’ views can only be ascribed to Antonio Labriola and the to the brief experience of the Communist Party of Italy. Too little for this to become a political and militant Marxist school able to survive, resist and thrive in the long and difficult course of the whole capitalist socio-economic formation. It is however a testimony that can be an incentive to make up for the great delay still persisting in this field.

 
Vedi il sommario    Contents
 

2004; 538 pagine, rilegato
Illustrato
indici delle associazioni, dei luoghi geografici di edizione e stampa, degli editori e delle collane editoriali, degli stampatori, degli organi d'informazione; indice dei nomi con notizie biografiche


2004, hardcover, 538 pp., index of associations, publishing and printing places, publishers and book series, printers, and press organs, biographies, index of names
Published with the support of the Institute for the Study of Capitalism, Genoa

ISBN 978-88-86591-08-9
€ 20,00

 
Torna
Back

Edizioni PANTAREI s.r.l. Casella Postale 10688 MI-Isola - 20110 Milano; e-mail:
© 2008 - 2018 Edizioni Pantarei srl


Sede legale: Via Enrico Toti, 2 - 20123 Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 11008550151
REA MI-1427004
Cap. Soc. € 25.819 i.v.


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).