λέγει που Ήράκλειτος ότι πάντα χωρει καί ούδέν μένει καί ποταμου ροηι απεικάζων τά όντα λέγει ώς δίς ές τόν αύτόν ποταμόν ούκ άν έμβαίης

Eraclito dice in qualche luogo che tutto scorre via e che niente rimane immobile, e paragonando le cose alla corrente di un fiume afferma che non potresti entrare due volte nello stesso fiume.

(Platone, Cratyl, 402a)

PANTAREI

Se sottoponiamo alla considerazione del nostro pensiero la natura o la storia umana o la nostra specifica attività spirituale, ci si offre anzitutto il quadro di un infinito intreccio di nessi, di azioni reciproche, in cui nulla rimane quel che era, dove era e come era, ma tutto si muove, si cambia, nasce e muore.

Questa visione primitiva, ingenua, ma sostanzialmente giusta del mondo è quella dell'antica filosofia greca e fu espressa chiaramente per la prima volta da Eraclito:
tutto è ed anche non è, perché tutto scorre, è in continuo cambiamento, in continuo nascere e morire.

(Engels, Anti-Dühring)

Stampa
Print
Friedrich Adolph Sorge
Il movimento operaio negli Stati Uniti d'America. 1783-1892
Corrispondenze dal Nord America
The Labour Movement in the USA. 1783-1892
Correspondences from North America

Rivoluzionario in Germania nel 1848-1849, comunista, amico e compagno di Karl Marx e Friedrich Engels, Friedrich Adolph Sorge emigra negli Stati Uniti nel 1852 e trascorre il resto della vita nel Nuovo Mondo, quotidianamente impegnato nelle lotte che conduce il movimento operaio della esordiente potenza industriale.
Il ruolo che Sorge fa suo per quasi mezzo secolo è quello, suggerito da Engels, di «schierarsi per ogni vero movimento generale della classe operaia, accettare il suo effettivo punto di partenza come tale e portarlo piano piano all’altezza teorica dimostrando come ogni errore commesso, ogni sconfitta subita siano conseguenza necessaria di opinioni teoriche sbagliate nel programma originario».
Tra il 1890 e il 1895 Sorge ripercorre, in una serie di articoli sulla Neue Zeit, le vicende del movimento operaio americano dal 1783 al 1892, compiendo il primo tentativo coerente di scriverne una storia scientifica e meritando l’elogio di Engels: «Gli articoli sono quanto di meglio e tutto ciò che di autentico noi abbiamo sul movimento americano». Di tali articoli questo volume è la prima traduzione in italiano.


Translated from German articles in the Neue Zeit

A revolutionary in Germany in 1848-49, a communist, a friend and comrade of Karl Marx and Friedrich Engels, Friedrich Adolph Sorge emigrated to the United States in 1852 and spent the rest of his life in the New World, daily involved in the struggles which the workers’ movement led in that rising industrial power. The role Sorge took on himself for almost half a century was, as Engels suggested, “to go in for any real general working-class movement, accept its actual starting points as such and work it gradually up to the theoretical level by pointing out how every mistake made, every reverse suffered, was a necessary consequence of mistaken theoretical views in the original programme”. Between 1890 and 1895, in a series of articles appeared in the Neue Zeit, Sorge reviewed the events of the American workers’ movement from 1783 to 1892, making the first coherent attempt to write its scientific history and earning Engels’ praise: “The articles are the best and only authentic writings we have about the American movement.” The present edition includes the first Italian translation of these articles.

 
Vedi il sommario    Contents
 

2002; 460 pagine, rilegato
Illustrato
cronologia 1783-1892; indice dei nomi e notizie biografiche


2002, hardcover, 460 pp., chronological tables, biographies, index of names
Published with the support of the Institute for the Study of Capitalism, Genoa

ISBN 978-88-86591-06-5
€ 16,00

 
Torna
Back

Edizioni PANTAREI s.r.l. Casella Postale 10688 MI-Isola - 20110 Milano; e-mail:
© 2008 - 2018 Edizioni Pantarei srl


Sede legale: Via Enrico Toti, 2 - 20123 Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 11008550151
REA MI-1427004
Cap. Soc. € 25.819 i.v.


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).